News

Luka Doncic critico con il nuovo formato NBA

Oltre alla star dei Dallas Mavericks anche Draymond Green ha manifestato un certo scetticismo verso il nuovo play-in tournament.

13.04.2021 16:35

Nel tentativo di aumentare la competitività all'interno della lega di pallacanestro americana, la NBA ha deciso all'unanimità di introdurre un nuovo formato per accedere ai playoffs. Il play-in tournament già utilizzato per la prima volta per i playoffs dello scorso anno nella bolla di Orlando, prevede che, in base alla percentuale di vittoria nella rispettiva conference di appartenenza, le squadre che finiscono la regular season dal settimo al decimo posto dovranno conquistarsi l'accesso ai playoffs tramite la disputa appunto di questo mini-torneo.

Le settime e le ottave classificate giocheranno una partita e la vincitrice tra le due accederà al tabellone principale dei playoffs come testa di serie numero sette. La perdente di quest sfida avrà un'ulteriore chance di qualificarsi ai playoffs con la disputa di un altro match contro la vincente tra le due squadre che nel corso della regular season si sono classificate al nono e al decimo posto (la perdente di questo match sarà tagliata fuori). La vincitrice di quest'ultima partita avrà conquistato l'ultimo posto per la postseason, diventando di fatto l'ottava testa di serie.

La star dei Dallas Mavericks Luka Doncic è solo l'ultimo giocatore NBA in ordine cronologico a manifestare tutto il suo scetticismo verso la lega per aver introdotto il play-in tournament per determinare in ogni conference le ultime due squadre che andranno ai playoffs.

"Giochi 72 partite per entrare nei playoffs, poi forse ne perdi due di fila e sei fuori. Quindi non vedo il senso di tutto questo."

A poche partite dal termine della stagione, forse Doncic è preoccupato ma allo stesso tempo ottimista, perchè la sua franchigia è attualmente al settimo posto della Western Conference con un record di 29 vittorie e 24 sconfitte e dietro di due partite ai Portland Trail Blazers per la sesta e ultima posizione per l'accesso diretto ai playoffs. Stando così le cose infatti Dallas sarebbe costretta a partecipare al play-in tournament.

"Stiamo solo cercando di arrivare sesti. Penso che al momento sia il nostro obiettivo. Forse anche più in alto del sesto posto".

Il numero 77 dei Mavs non è l'unico giocatore che è stato critico nei confronti del nuovo formato di playoffs della NBA. All'inizio di questo mese anche l'ala dei Golden State Warriors Draymond Green ha riferito ai media che competere per un posto nel play-in tournament non lo motiva affatto.

"Voglio vincere ogni partita che gioco, perchè odio perdere. Questo mi motiva non lottare per un posto al play-in tournament. Questo mi infastidisce davvero." 

Golden State è al decimo posto della Western Conference, l'ultimo per tentare di prolungare la stagione di basket giocato. Eppure visto le difficoltà che sta incontrando la franchigia in questa stagione di NBA se la ciurma di coach Steve Kerr riuscirà a strappare il pass per i playoffs sarà merito proprio del nuovo torneo play-in.

Commenti

Enigma Westbrook: migliore e peggiore giocatore
Una notte eterna: il saluto di Kobe Bryant

Ultime News