News

I Blazers continuano ad ostacolare il successo di Damian Lillard

Dame ha dichiarato disperatamente più volte che desidera portare un titolo a Portland, ma la sua franchigia continua ad utilizzare un approccio piuttosto passivo.

30.04.2021 19:13

Nessuno ha rappresentato i Portland Trail Blazers come Damian Lillard. Dai partner aziendali agli spot televisivi, all'arduo compito di cercare di reclutare talenti di alto livello nel nord-ovest del Pacifico, all'evidente dimostrazione di una leltà senza precedenti ad una franchigia che però sembra non riuscire a contraccambiare lo stesso livello di impegno intrapreso dalla loro superstar.

Lillard sta dando il massimo per mantenere vive le deboli aspirazioni al titolo di Portland ed indipendentemente dalle ultime due vittorie consecutive, i Blazers per l'ennesimo anno sembrano pronti ad entrare nei playoffs della Western Conference come pretendenti invece che come legittima contender. Due cose ben diverse, che hanno acceso i riflettori sulle parole Chris Haynes, noto insider di Yahoo Sports NBA.

Haynes ha una relazione molto consolidata con Damian Lillard e ha voluto spiegare in dettaglio come l'approccio passivo dei Trail Blazers nella costruzione del roster abbia posto notevoli ostacoli dinnanzi a Lillard, tali da rischiare di non portare Dame e la franchigia al titolo. Per questo Haynes ha fornito una valutazione schietta dell'attuale rapporto dell'organizzazione con il suo protagonista principale.

"Il suo temperamento e il suo continuo successo in campo sono simili a quelli di un moderno Tim Duncan, ma questa squadra dei Trail Blazers sembra solo essere messa a punto per la postseason e non per essere un autentica pretendente al titolo.

Lillard deve assumersi l'onere e riconoscere lo schema: la sua inattività ha portato all'inazione. In un'era di superteam, nessuna squadra gareggia abitualmente per un campionato con un solo All-Star. L'ultima volta che Lillard ha giocato con un giocatore che ha fatto parte dell'All-Star team è stato LaMarcus Aldridge nel 2015."

Nel corso degli anni Lillard ha dichiarato più volte e anche disperatamente che desidera con tutto il suo cuore portare un titolo a Portland, ma la continua uscita anticipata dai playoffs stanno trasformando quel desiderio in un sogno sempre più irrealizzabile. Per la lealtà, la volontà e soprattutto la produttività, Dame merita una possibilità, con un roster altamente competitivo, di lottare per il titolo. Questi fattori, secondo l'insider di Yahoo, hanno portato a questa conclusione:

"In poche parole, in quest'epoca Lillard non ha ricevuto l'aiuto di cui ha bisogno per vincere un titolo. Dato che questa estate compirà 31 anni e considerando tutto ciò che ha fatto per il franchise, è necessario un approccio più aggressivo e rischioso per accoppiarlo con un'altra grande star.

Nessuno ha mai messo in dubbio il sacrificio di Lillard. Ma è giusto chiedersi se ha combattuto da solo una buona battaglia."

Per avere un giocatore del calibro di Lillard e desideroso di vincere ora, il front office di Portland deve portare a termine una grande trade oppure fare un colpo dalla free agency. Robert Covington è stato una bella aggiunta a questo team, ma la sua presenza non si è tradotta in un evidente miglioramento difensivo della squadra. Anche lo scambio tra Norman Powell e Gary Trent Jr. è stata una mossa ammirevole alla trade deadline, ma non ha colmato le necessità evidenziate dall'insider di Yahoo.

Lillard, che è stato selezionato dai Blazers con la sesta scelta assoluta al Draft NBA 2012, è sotto contratto con la franchigia dell'Oregon fino alla stagione 2024/25. L'ultimo anno del suo contratto attuale prevede una player option e mai nella testa gli è lontanamente passato di lanciare un ultimatum alla franchigia, forse anche sbagliando. Un approccio che invece viene usato dalla maggior parte delle superstar quando vedono che la rosa a disposizione non è all'altezza. 

In questa stagione, Lillard ha una media di 28.2 punti e 7.4 assist a partita, in linea con i numeri fatti registrare in carriera. I Blazers sono attualmente al settimo posto nella classifica della Western Conference con un record di 34 vittorie e 28 sconfitte. Tuttavia il finale, anche in questa stagione, per Lillard ed i Blazers sembra già scritto.

Commenti

Il muro di Philadelphia: Thybulle-Simmons
Gli incredibili numeri di Stephen Curry nel mese di Aprile

Ultime News