Preparatevi a vedere gli sponsor sulle maglie della NBA

21.03.2014 11:31
Sono passati quasi 5 anni da quando la vendita di spazi pubblicitari sulle maglie NBA hanno iniziato a guadagnare una forte considerazione. Fu la WNBA, ossia la pallacanestro femminile degli Stati Uniti a firmare nel 2009 accordi per promuovere gli sponsor sulle divise da gioco. Poco dopo la NBA ha aperto la porta a questa proposta, che è già stata sperimentata la scorsa primavera in D-League, la lega professionistica di pallacanestro di sviluppo della NBA. Dunque, preparatevi a vedere gli sponsor sulle maglie della NBA. Il nuovo commisioner della lega è a lavoro da circa due mesi e ha già trovato il progetto che sancirà l'inizio del suo nuovo regno. L'introduzione dei loghi degli sponsor sulle canotte NBA molto probabilmente arriveranno nei prossimi 5 anni, come ha detto lo stesso Adam Silver mercoledì al IMG World Congress of Sports.
"E' molto più che un opportunità per i nostri partner di marketing di avvicinare ancor di più i nostri fans e i nostri giocatori. Sempre di più vediamo la Champions League e la Premier League inglese trasmessa negli Stati Uniti e ciò sta diventando più accettabile e comune per i nostri tifosi. Per questo tutte le squadre NBA sono interessate ad avere gli sponsor."
Nel 2011, come vice commissioner, Silver disse che l'idea di uno spazio pubblicitario sulle maglie NBA avrebbe fatto guadagnare alla lega circa 100 milioni di dollari in più all'anno. Ma lo stesso Silver nei mesi scorsi a ESPN.com aveva evidenziato come le discussioni sulle sponsorizzazioni fossero rallentate perchè avrebbe potuto compromettere la pubblicità dei partner televisivi nazionali della lega, come Turner e ESPN. Il commissioner ritiene che le maglie sponsorizzate saranno sulle spalle dei cestisti nell'immediato futuro. Ormai non è più una questione di se, ma di quando. E' solo una questione di tempo prima che l'idea attuale della National Basket Association di consentire una single patch per ogni team delle dimensioni di 6 centimetri e mezzo invada la NBA.
"Se aggiungiamo loghi degli sponsor sulle maglie, ci rendiamo conto che alcuni dei nostri fan penseranno che abbiamo perso le nostre menti. Ma l'NBA è un business globale e i loghi sulle maglie sono ben assodati in altri sport ed è banale che siano fuori dagli U.S.".
Scordatevi dunque quelle canotte pulite e lucenti, griffate soltanto del nome della squadra e della sagoma di Jerry West, resteranno soltanto un ricordo, da tenere e custodire gelosamente nei propri armadietti. Gli sponsor sulle maglie stanno arrivando...

Commenti

Lo sapevi che... the Malice at the Palace
I SIGNORI DELLA NBA: Kevin Durant